- Advertisement -spot_img

AUTHOR NAME

Gianluca

16 ARTICOLI
0 Commenti

5 domande a… Virginia Stagni – “Il giornalismo è una scelta”

Virginia Stagni è Head of Business Development Manager e FT Talent Director per il Financial Times, nonché la manager più giovane nella storia del FT, dove lavora dal 2017. Il suo ruolo consiste nel ricercare nuove idee di business e opportunità di crescita.

Il Metaverso e la via europea sulla digitalizzazione

È stata annunciata una nuova frontiera: il Metaverso. Si tratta di una dimensione digitale a cui l’utente si connette utilizzando strumenti fisici, come un casco, occhiali e dei controlli per mani e gambe, avendo l’impressone di separarsi dalla realtà e di entrare in un vero e proprio spazio digitale. È l’ultimo prodotto che le imprese del settore tecnologico intendono proporre al pubblico. Ma quali sono le conseguenze sociali?

I giovani italiani. Dopo il buio della pandemia la luce delle relazioni

L’impatto della pandemia sulla salute pubblica è stato senza precedenti. Sia la salute fisica che quella mentale sono state gravemente colpite da questa crisi. I giovani, privati degli spazi educativi e di crescita che avrebbero dovuto permettere loro di formarsi, di sperimentare e fornire l’opportunità di fiorire, sembrano aver risentito fortemente del cambiamento del proprio stile di vita. Tutto questo ha provocato un profondo senso di disorientamento e di invisibilità.

Il riformismo cattolico: forza mite e nuove prospettive

Oggi il termine e il significato di riformismo sono noti a pochi. Eppure, sono anche una tensione culturale capace di superare le situazioni di fatto per modificare la struttura o la sostanza del realtà e sincronizzare il tempo della società a quello della storia.

La Corte interroga la Corte sul cognome del papà

Il 27 aprile scorso la Corte costituzionale ha reso noto che tutte le norme che attribuiscono ai figli il cognome del padre sono illegittime. Lo ha fatto attraverso la consuetudine del comunicato stampa per entrare nel cuore del dibattito pubblico. Il principio di uguaglianza tra i coniugi diventa l’elemento fondamentale della famiglia.

Il 1 maggio per “salvare” il lavoro

Sono già passati 136 anni dal 1° maggio del 1886, quando i lavoratori di Chicago pagarono con la vita il diritto a una giornata lavorativa dignitosa. Sono passati 75 anni dall’eccidio dei contadini di Portella della Ginestra. Era il 1° maggio 1947. Da allora sono state approvate una moltitudine di importanti leggi a tutela del lavoro, eppure il lavoro resta conflittuale, precario, per pochi, povero, nero, discriminatorio, privo di adeguate garanzie. Come è stato possibile che, in così tanto tempo, né i cittadini né i loro legislatori siano stati in grado di "salvare" il lavoro?

5 domande a Franco Molteni – “Per chi facciamo ricerca”

Franco Molteni è medico chirurgo, membro della Società Italiana di Medicina Fisica e Riabilitativa. Consulente Fisiatra Istituto Neurologico C. Besta Milano, è Professore a Contratto di Medicina Fisica e Riabilitativa Università di Padova, Ricercatore Associato CNR Istituto di Sistemi Industriali Intelligenti per il Manifatturiero Avanzato Milano. Membro Advisory Board Scientifico Merz Pharma, IUVO, Hemera. Responsabile Scientifico Attività di ricerca Fondazione Valduce nell'ambito di progetti ricerca nazionali ed internazionali.

5 domande a…Marco Trabucchi – Il futuro della cura è fatto di concretezza

Marco Trabucchi è professore ordinario nella Facoltà Medica dell’Università di Roma Tor Vergata, Presidente dell’Associazione Italiana di Psicogeriatria, società che studia le condizioni di benessere della persona anziana in relazione allo stato di salute somatica. Direttore Scientifico del Gruppo di Ricerca Geriatrica (GRG) di Brescia, è autore di 20 volumi in ambito clinico e 570 lavori su riviste internazionali.

Unitá per la diversità: cooperazione internazionale e sicurezza energetica

Il conflitto tra Ucraina e Russia ha evidenziato elementi di nature diversi, che coinvolgono politica estera, difesa e sicurezza energetica. Investimenti molto più forti nelle tecnologie energetiche a basse emissioni di carbonio, comprese le energie rinnovabili, l'efficienza energetica e l'energia nucleare, rappresentano l’unica via d'uscita da questa situazione di stallo. Eppure, se non acceleriamo il passo della transizione, i mercati energetici globali dovranno ancora affrontare periodi turbolenti con conseguenti rincari nella bolletta dei cittadini.

David Sassoli. Leader mite e testimone d’Europa

Caro David, ti vogliamo dire grazie anche noi, per averci accompagnato e aiutato. Ci hai insegnato ad essere miti, ma fermi nella difesa dei più deboli, cordiali senza però confondere chi si spende per costruire il bene e quanti invece vivono imponendo il loro potere strumentalizzando e corrompendo. Di te conserviamo parole ed esempio. Sei stato un leader mite, fino all’ultimo e con tanta dignità hai portato nella tua carne i segni del limite e della mortalità.

Latest news

- Advertisement -spot_img